Cosa è mancato al Napoli contro la Dinamo Kiev?

Lo 0-0 contro la Dinamo Kiev ha lasciato il Napoli in una situazione di stallo nel proprio girone Champions. Nell’ultima giornata contro il Benfica a Lisbona servirà almeno un punto per il passaggio del turno o in alternativa sperare che il Besiktas perda in Ucraina, magari con amnesie difensive stile mannequin challenge come questa di ieri sera.

Quello che personalmente ho trovato più preoccupante per la formazione partenopea è la mancanza di grinta, determinazione e lucidità mostrata ieri. Un mix terribile se affronti una squadra fisicamente più grossa di te e sufficientemente organizzata in fase difensiva. Serviva, in mancanza di un attaccante in grado di duellare sulle palle alte, una manovra più veloce, più rapida per muovere le linee avversarie e sfruttare gli inserimenti sul lato debole. E invece, dopo un paio di 1 vs 1 di Mertens con il portiere avversario, il Napoli è apparso pigro, goffo, prevedibile. Giro palla lentissimo, nessuno spunto individuale, incapacità di creare pericoli anche dai calci piazzati.
Diventa secondo me relativo pensare a quanto pesi l’assenza di Milik o di un centravanti vero in rosa. La situazione è questa e bisogna trovare in tempi brevi alternative affidabili: sta a Sarri – e chi sennò? – inventarsi qualcosa per cambiare lo spartito.
Hamsik trequartista alla Saponara? Centrocampo a 4? Più spazio a Giaccherini anche per far rifiatare un Callejon apparso esausto? Tutte buone idee ma per farle funzionare serve anche un cambio di mentalità generale. Quando Sarri dice che “Siamo usciti al riscaldamento col Benfica sul 3-1, poi siamo entrati in campo dopo sul 3-3. Mentalmente questo ci ha spento l’entusiasmo perché non potevamo qualificarci più direttamente. È brutto, ma a livello di mentalità non dovremmo farci condizionare” fa emergere il vero limite di questo Napoli che in Champions emerge con più fragore e che rischia di condizionarne l’intera stagione. Poche storie: una squadra che ambisce a stare ad alti livelli deve entrare in campo per vincere indipendentemente da quello che succede su altri campi collegati.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.