Sport Movie – Il sapore della vittoria (Remember The Titans)

Nel 1971 gli Stati Uniti hanno già vissuto Malcom X, Martin Luther King e la loro lotta, con armi molto diverse, per i diritti dei neri. Ma se il processo legislativo ha portato dei miglioramenti, il processo culturale è ancora molto indietro.
Ad Alexandria, in Virginia, la scelta del Comitato Scolastico di unire due squadre di football, una di bianchi e una di neri, e di creare così i Titans per forzare una convivenza che non c’è, crea tensione nella squadra e nella comunità. Servirà tutto il carisma, la leadership e la determinazione del coach Herman Boone, nero e non autoctono, per tenere unito il gruppo e farlo diventare una squadra.

Remember The Titans (Il sapore della vittoria) è un film del 2000 che racconta la storia di cui sopra. Lo fa con un po’ di retorica e qualche passaggio troppo melenso – d’altronde è pur sempre un film prodotto dalla Disney – ma il risultato complessivo è comunque molto godibile. Merito di tante componenti: l’interpretazione di Denzel Washington – meravigliosamente doppiato da Francesco Pannofino -, la fotografia di Philippe Rousselot, il ritmo narrativo sempre ben calibrato, la forza intrinseca della trama.
È un film in cui lo sport, nella fattispecie il football americano, ha un ruolo primario: come accade nella realtà fa da collante tra pezzi che apparentemente non appartengono allo stesso puzzle. E come accade in altri film lo spogliatoio è teatro di discorsi motivazionali che rappresentano un momento in cui l’attenzione dello spettatore è più alta, quasi come se fosse uno dei giocatori.

Siccome è un film su uno degli elementi che ancora oggi crea divisioni e tensioni sociali negli USA, uno dei momenti più toccanti riguarda un altro discorso motivazionale che lambisce lo sport e prende di petto la Storia americana. La battaglia di Gettysburg è infatti da molti studiosi ritenuta lo scontro chiave per la vittoria del Nord nella Guerra di Secessione. Nella sceneggiatura di Gregory Howard questo passaggio serve a rafforzare il concetto base del film: uniti si può vincere, divisi siamo già sconfitti in partenza. Ieri come oggi come domani.

FRASE PREFERITA – “Dì un po’: sei cieca? Non vedi che siamo come due gocce d’acqua? È mio fratello” (Gerry all’infermiera che non vuole far entrare Wood nella stanza d’ospedale)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.