Crespi: “Milano non ha solo un problema mentale”

Dopo il pesantissimo ko in Eurolega a Mosca – peggior passivo ever della storia europea dell’Olimpia -, a Sportiva abbiamo analizzato il momentaccio dell’EA7 con Marco Crespi. L’ex coach tra le altre proprio di Milano è stato molto chiaro nel suo pensiero: squadra che alla prova del campo si è rivelata non all’altezza, problemi sia tecnici che mentali, difficoltà che vanno oltre la roboante sconfitta con il CSKA.
Aggiungo alle sue considerazioni due pensieri personali:
– utopistico un posto nei playoff, Milano non può esimersi dall’affrontare con ben altro spirito le restanti 13 sfide di regular season. Per blasone, per prestigio futuro, per dare un senso alla propria presenza;
– il 29 dicembre Proli aveva indicato nella sfida con il CSKA la deadline per valutare il futuro di Jasmin Repesa. Da allora tre ko in Eurolega e due vittorie risicate in campionato. Vale la pena chiedersi se sia uno score sufficiente per salvare la panchina.
Buon ascolto.
(intervista realizzata con Pietro Scognamiglio)

Potrebbero interessarti anche...