Tre spunti per seguire Juventus-Barcellona

C’è molta attesa, inutile negarlo. L’importanza della partita, la caratura dell’avversario, la curiosità per vedere la Juve di Allegri contro una Super Big: ce n’è abbastanza per non perdersi Juventus-Barcellona.

Ho pensato a tre spunti di riflessione tra mille possibili sulla gara di stasera:
1) le assenze di Busquets e Rafinha sono pesantissime. Può apparire strano visto che parliamo di due giocatori molto meno mediatici degli altri ma in realtà per Luis Enrique i problemi sono grossi. Gli mancano, infatti, il pivote davanti alla difesa che gli dà copertura ed equilibrio e l’esterno capace di fare tutta la fascia destra con costanza e pericolosità. In definitiva l’assetto difensivo del Barça ne può risentire;
2) Allegri schiererà tutti e 4 i suoi giocatori d’attacco – almeno così ha detto in conferenza stampa… -. Significa che non avrà alternative dirette in panchina, motivo per cui potrebbe escludere Alex Sandro in favore di Asamoah dal 1′ per poi buttare il brasiliano nella mischia se la gara dovesse mettersi in salita. Il livornese ha spesso dimostrato di saper sfruttare la panchina per cambiare andazzo alle partite e in tal senso ha alternative più affidabili, in questo momento della stagione, di Luis Enrique;
3) Mandzukic ha una superiorità fisica evidente nei confronti della stragrande maggioranza dei terzini destri in Europa, figuriamoci nei confronti di Sergi Roberto che per di più è un terzino adattato. È un miss-match nettamente a favore dei bianconeri e come tale va sfruttato in pieno.

Ci sarà da divertirsi, questo è sicuro. Vi aspetto dalle 20 su TMW Radio per seguire insieme la sfida con cronaca, analisi, commenti ed interviste.

Potrebbero interessarti anche...